Qual è il metodo migliore per perdere peso e come non riprenderlo | Guida completa

Qual è il metodo migliore per perdere peso e come non riprenderlo | Guida completa

Oggi voglio parlarti della perdita di peso.

Scherzavo. Voglio fare molto di più che parlarti solo di questo.

Voglio aiutarti a comprenderlo pienamente in modo da poterlo applicare con successo. Per fare questo, fornirò le risposte a tre delle domande più comuni (e importanti) …

  • Qual è il modo migliore per perdere peso?
  • Qual è il modo più veloce per farlo?
  • Qual è il modo migliore per mantenere definitivamente il peso raggiunto?

Che i giochi abbiano inizio!!

Ma prima facciamo … chiarezza!!

Per rispondere correttamente a queste domande, dobbiamo assicurarci di capire a cosa stiamo cercando di rispondere. Vedete, potremmo parlare di “perdita di peso”, ma quello che ci interessa davvero è la “perdita di grasso”.

Ora potrebbe sembrare una fastidiosa puntualizzazione,ma non lo è. C’è una distinzione molto importante che deve essere fatta.

Come quasi sempre menziono in ogni articolo che scrivo su questo argomento (seriamente, se sei un normale lettore, mi hai visto dire questo circa 80 miliardi di volte), potresti perdere grasso, muscoli, acqua, glicogeno o altro ancora, e la tua bilancia ti dirà che hai perso peso. Comunque, da tutta questa lista, quello che cerchi davvero è perdere grasso.

Questo punto è importante per due motivi:

  • Per aiutarti a evitare la perdita di massa muscolare. Fondamentalmente, l’obiettivo secondario di quanti vogliono perdere peso, dovrebbe essere quello di preservare quanta più massa muscolare possibile; in questo modo il peso perso sarà relativo principalmente alla perdita di grasso corporeo.
  • Per aiutarti ad evitare inutili assurdità che potranno causarti una perdita temporanea di peso, ma non faranno nulla in termini di reale perdita di grasso. Questo riguarda cose “raccappricianti” come  purificazioni con tisane, disintossicazione, detox, digiuni e altre stronzate inutilmente immessi sul mercato come cura miracolosa per le persone che non capiscono la differenza tra la perdita di grasso e la perdita di peso … Queste cose accadono perchè questi impostori sanno (e sperano) che le persone saranno facilmente ingannati dalla rapida diminuzione iniziale nel peso corporeo che si verifica ma in realtà non si accorgono che non è stato perso grasso corporeo e che qualsiasi peso perso (che in realtà altro non è che acqua) viene riguadagnato subito dopo. Sì, è stata una frase davvero lunga!!:D

Quindi, mentre le persone usano in maniera equivalente i termini perdita di peso e perdita di grasso tu devi sapere che in realtà non sono la stessa cosa!! C’è una grandissima differenza tra le due e questo ci importa tanto. Lo capirai in pochi minuti.

Tutto chiaro? Bene. Ora iniziamo a rispondere alla prima domanda …

Qual è il modo migliore per perdere peso?

Ho passato un sacco di tempo a cercare di rispondere a questa domanda, e quello che ho scoperto è che ci vuole una combinazione di tre cose:

  1. Un fatto
  2. Un metodo per implementare questo fatto.
  3. Un approccio per implementare quel metodo.

Lascia che ti mostri esattamente cosa intendo …

Step 1: Il Fatto

Quindi qual è il modo migliore per perdere peso? È facile: creare un deficit calorico.

Non solo questo è il modo “migliore”, ma letteralmente è l’unico modo. Letteralmente. Non esiste altro modo (non chirurgico) di perdere grasso corporeo. Il deficit calorico è il requisito che ogni singola persona intelligente, sana e razionale sa essere il metodo migliore. Questo è il mio modo carino per dire che tutti coloro che non sono d’accordo o sono disinformati, o sono stupidi o sono pazzi. O forse stanno solo cercando di venderti qualcosa di inutile.

Allora, cos’è il deficit calorico? Il deficit lo crei quando consumi meno calorie di quelle che il tuo corpo ha bisogno per produrre energia, richiedendo quindi di trovare una fonte di combustibile alternativa. Quella fonte di combustibile alternativa è il grasso corporeo immagazzinato.

Aspetta … cosa dici?

“Ma allora stare attenti all’indice glicemico degli alimenti,al cortisolo, al tipo di alimenti, consumare i super alimenti puliti (senti sempre parlare di superfood), metabolismi lenti, diete con zero carboidrati, frequenza dei pasti ed altre 40 mila cose?!?!”

Ehm, non ci interessa.

“Ma il concetto di calorie in ingresso e calorie in uscita, è troppo semplicistico e non si applica agli umani e bla bla bla !!”

No semplicemente no.

“Questa è solo la tua preferenza e stai cercando di farla passare su tutti gli altri !!”

Certo, se per “preferenza” intendi “fatto provato”, hai ragione. Come ho detto prima, c’è una ragione per cui si chiama la legge della termodinamica e non l’opinione della termodinamica.

“Ma ho provato a creare un deficit calorico e non ha funzionato per me?!?!”

Esatto hai detto bene: ho “provato”. Se l’avessi fatto con successo per un ragionevole periodo di tempo, avrebbe funzionato. Il 100% delle volte. Quindi, se così non ha funzionato, significa semplicemente che non avevi creato nessun deficit. Sì, anche se credi innegabilmente che ci fosse. Te lo garantisco: non c’era!!

“Ma sto perdendo peso in questo momento e non sto prestando alcuna attenzione alle calorie !! La mia dieta mi permette di mangiare tutte le calorie che voglio !! ”

È fantastico. Per favore, lasciami essere il primo a congratularmi con te per aver creato involontariamente il deficit calorico necessario.

“Ma [inserire qualcuno / qualcosa ampiamente considerato come un’affidabile fonte di informazioni] dice …”

NON MI INTERESSA!!

Scusami, ma la risposta è ancora no. Calorie in uscita vs calorie in ingresso è, era e sarà sempre la chiave. Se vuoi perdere peso (e di “peso” stiamo parlando di grasso), ci deve essere un deficit calorico. Questo è il fatto.

Lo è sempre stato, lo sarà sempre.

E per favore nota che con questo non sto dicendo che contano solo le calorie!! Questo non è assolutamente vero e non lo sto dicendo. MOLTE altre cose sono importanti. Quello che sto dicendo è che il deficit è sempre ciò che conta di più. Non crearlo e vedrai come NON perderai nulla a prescindere da tutto il resto. Crea il deficit ed indipendentemente da ciò che mangi…indovina un po’? Perderai grasso il 100% delle volte.

Sì, anche se la maggior parte delle calorie giornaliere proverrà da:

L’unica cosa che ognuno di questi esempi estremi ha in comune è la presenza di un deficit calorico. E solo per questo motivo, il grasso è stato perso in tutti e tre i casi. (E no, in realtà non raccomando queste “diete” o qualcosa di simile. Sono comunque esempi perfetti di prove del mondo reale che supportano il mio punto.)

Quindi qual è il modo migliore per perdere peso? Creando un deficit calorico.

Questa non è soltanto una mia opinione, un concetto o un metodo. È la via richiesta. Se vuoi ancora litigare, sentiti libero. Capisci solo che quando litighi contro un fatto, sei sicuro di sbagliare. È così che funzionano i fatti.

Passaggio 2: il metodo

Ora passiamo alla parte 2 per determinare il modo migliore per perdere peso. E cioè inventando il metodo migliore per implementare il nostro unico fatto richiesto.

O per dirla in un altro modo, qual è il modo migliore per creare un deficit calorico?

Ci sono davvero solo tre opzioni possibili …

  1. Dieta: mangiare meno calorie
    Ad esempio, se mantieni il tuo attuale peso mangiando 2500 calorie al giorno, mangiando 2000 calorie al giorno creeresti un deficit di 500 calorie e perderai peso.
  2. Esercizio: bruciare più calorie attraverso l’allenamento cardio e / circuito metabolico
    Quindi, usando lo stesso esempio, se mangi 2500 calorie al giorno, ma poi bruci altre 500 calorie attraverso esercizi cardio (ad es. Steady state o HIIT) o allenamento metabolico (che sta essenzialmente trasformando l’allenamento con i pesi focalizzandosi sulla forza in una forma di cardio ad alta intensità), creeresti una perdita di peso.
  3. Dieta + esercizio: combinazione di entrambi
    Ancora usando questo stesso esempio, se si mangiano 250 calorie in meno e si bruciano 250 calorie in più, questo stesso deficit di calorie potrebbe di nuovo esistere, causando così una perdita di peso.

Quindi la domanda ora è, quale di questi tre metodi è il migliore?

Beh, in termini di perdita di grasso, e a parità di tutti gli altri fattori, un deficit è sempre un deficit. Quindi, che tu lo abbia creato mangiando di meno, bruciando di più o una combinazione di entrambi, perderai praticamente la stessa quantità di grasso alla stessa velocità.

Quindi qual è il metodo migliore? Semplice: qualunque sia la soluzione che meglio si adatta alle tue esigenze e preferenze personali  è la soluzione più conveniente, efficiente e sostenibile per te, e ti permetterà di mantenere quel deficit richiesto per un tempo maggiore.

Ma aspetta, c’è di più!

Potresti aver notato che di proposito ho parlato di cardio ed allenamento metabolico come tipi di esercizio usati per il metodo “esercizio”. Questo perché, in termini di esercizio fisico con lo scopo esplicito di bruciare calorie e perdere grasso, l’allenamento cardio e metabolico sono le due scelte più efficaci.

Esiste comunque un’altra forma di esercizio che non ho menzionato, cioè l‘allenamento con i pesi focalizzato alla forza. Sai, il tipo di allenamento con i pesi che useresti principalmente per aumentare la massa muscolare e / o la forza.

Ora, certo, questo stile di allenamento brucia un bel pò di calorie, il che significa che sicuramente ti aiuterà a perdere grasso. Ma, non è proprio la cosa migliore da usare in questo contesto. Piuttosto, questo stile di allenamento è meglio utilizzato come metodo per mantenere i muscoli e la forza cercando contemporaneamente di perdere grasso (e in alcuni casi, costruendo muscoli mentre si perde il grasso).

Ricordi la differenza iniziale in cui ti ho detto che perdere peso è diverso da perdere grasso?

Bene, in termini di perdita di peso, tutte le forme di esercizio sono completamente opzionali. Sul serio. Il tuo deficit può facilmente essere creato soltanto attraverso la dieta e senza fare nemmeno un secondo di cardio, allenamento metabolico, allenamento con i pesi o qualsiasi altra cosa.

Ma in termini di miglioramento della composizione corporea, fare cardio o un circuito metabolico rimangono ancora completamente facoltativi. TUTTAVIA, l’allenamento con i pesi, fatto in maniera intelligente ed orientato alla forza diventa ora un requisito.

Perché? Perché una forma di allenamento pesante, intelligente e focalizzato sulla forza è ciò che segnala al tuo corpo di preservare la massa muscolare in un deficit, contribuendo così ad assicurare che il “peso” che si perde debba essere principalmente il grasso corporeo.

Ora se tutto quello che ti interessa è solo perdere peso, cioè abbassare il numero che vedi sulla bilancia, indossare vestiti più piccoli ed essere più magro, puoi riuscirci anche senza questo requisito. Ma, se vuoi mantenere massa muscolare e la forza che hai attualmente o potenzialmente guadagnare più muscoli e forza mentre perdi grasso, o semplicemente vuoi sembrare forte / magro / tonico / muscoloso, questo sarà un requisito essenziale. Per questo scopo è richiesto un allenamento con i pesi pesante, intelligente ed orientato alla forza.

Che cosa significa tutto questo per la parte “metodo” della perdita di peso? È piuttosto semplice

Decidi come vuoi creare il tuo deficit. Puoi farlo attraverso la dieta, tramite una forma di esercizio brucia-calorie (ad es. Cardio) o una combinazione di entrambi. E prendi questa decisione basandoti esclusivamente sulle tue preferenze ed esigenze personali perché è davvero l’unica parte cosa che conta davvero. Scegli l’opzione più conveniente, efficiente e sostenibile per TE.

Quindi, assumendo che tu non voglia perdere muscoli / forza mentre sei in deficit (o che vorresti guadagnare un po di massa muscolare mentre sei in questo deficit), combina il deficit con il tipo di allenamento pesante, intelligente e focalizzato sulla forza; in tal modo ti garantirai di raggiungere anche questo secondo obiettivo.

Se ti interessi ciò che penso, il mio consiglio è di usare la tua dieta per causare la perdita di grasso (cioè imposta un deficit mangiando un po ‘meno di quello che fai attualmente) e usa l’allenamento con i pesi per mantenere (o aumentare) i muscoli e la forza. L’allenamento cardio e / o metabolico sono completamente opzionali.

Preferisco usarli solo se raggiungo un punto in cui preferisco iniziare a bruciare un po ‘di più piuttosto che mangiare un po’ meno. Il che è raro. Ma questo sono solo io. Tu dovresti fare tutto ciò che è meglio per te.

Step 3: L’approccio

Ok, riassunto veloce.

Sappiamo che perdere peso richiede un deficit calorico (il fatto) e sappiamo che questo deficit può esistere attraverso la dieta, l’esercizio fisico o una combinazione di entrambi (il metodo).

La parte finale di questa equazione è l’approccio. Che tipo di dieta e / o allenamento dovresti usare per creare questo deficit?

Bene, in termini di esercizio, abbiamo già detto la maggior parte di ciò che è necessario sapere.

Quello su cui voglio veramente concentrarmi ora è come dovresti approcciarti alla tua dieta. Perché, nel caso non l’avessi notato, ci sono circa 150 miliardi di metodi dietetici disponibili per consentire a una persona di perdere peso. L’unica domanda è, qual è la migliore di tutti?

Per rispondere a questo, abbiamo bisogno di inventare una sorta di sistema di classificazione per restringere un po le cose. E se me lo chiedi, c’è davvero solo una forma di classificazione della dieta da menzionare basata su…

Deficit diretto vs Deficit indiretto

Fondamentalmente, possiamo inserire ogni dieta per la perdita di peso in uno dei due gruppi:

  1. Diete impostate creando direttamente un deficit calorico.
  2. Diete impostate intorno ad altre cose che indirettamente creano un deficit calorico (tutto tipicamente mentre rivendicano / fingendo / presupponendo che siano queste altre cose che stanno facendo perdere peso quando in realtà è sempre il deficit che ha permesso la perdita di peso).

A parità di tutte le altre condizioni (ad es. Aderenza alla dieta), ogni dieta del primo gruppo è quella che funziona. Sempre. Ogni volta.

Le diete del secondo gruppo? A parità di condizioni, la maggior parte di loro PUO’ funzionare. E molti funzionano. Nessun dubbio a riguardo. Il problema però è che in questo caso, non c’è una garanzia ma la perdita di peso è più come un effetto collaterale fortunato.

Quello che voglio dire è che le diete del Gruppo 1 riguardano solo quante calorie hai bisogno di consumare affinché venga creato il deficit, e poi tutto il resto diviene un contorno del deficit stabilito.

Le diete del Gruppo 2 non lo fanno. Quello che fanno invece è ignorare le calorie e si applicano varie regole e restrizioni sul modo in cui si mangia (ad esempio cibi speciali o gruppi di alimenti che si possono mangiare, cibi speciali o gruppi di alimenti da evitare, orari speciali in cui si può mangiare, orari speciali in cui non si può mangiare, combinazioni speciali di cibi che devono essere mangiati o evitati, e così via), avendo come conseguenza solo quella di mangiare di meno creando indirettamente il deficit.

Ad esempio, pensa a qualsiasi forma di dieta a basso contenuto di carboidrati, ad una dieta a basso contenuto di grassi, una che elimina completamente gli zuccheri, o il grano, o i cereali o il glutine o qualsiasi altra cosa. Oppure la dieta paleo, una dieta vegana, una dieta a base di cibi crudi o una dieta biologica. O una dieta costruita solo mangiando cibi “puliti”.

Queste sono tutte diete del Gruppo 2. Tali diete possono causare una perdita di peso? Sicuramente. Succede sempre. Tuttavia, non sono quelle regole o restrizioni specifiche che comportano una perdita di peso (anche se tutti lo penseranno). È sempre perché quelle regole e restrizioni hanno come conseguenza indiretta quello di mangiare meno calorie totali, il che causa l’esistenza del deficit richiesto.

E qui sta il problema (beh, uno dei problemi) con tutte le diete del Gruppo 2. Stai facendo cose che non hai veramente BISOGNO di fare allo scopo di causare la perdita di peso. E non è detto che tutti questi fronzoli sono utili  per causare una perdita di peso.

E questo, combinato al fatto che queste varie regole e restrizioni inutili ti costringono spesso a mangiare in un modo che non si adatta alle tue preferenze personali (portando a problemi di aderenza e sostenibilità  a lungo termine), sono le differenze principali tra le diete del gruppo 1 e le diete del gruppo 2.

Consentitemi di chiarire questo punto:

  • Se vuoi fare delle cose non provate, ingannevoli, di moda, non basate sull’evidenza, non basate sulla scienza, spesso malsane, in gran parte se non del tutto inutili ed incompatibili con il tuo approccio dietetico allo scopo di causare indirettamente l’accadere di una cosa provata, non-ingannevole, basata sull’evidenza, basata sulla scienza, salutare e necessaria (un deficit calorico) … allora una dieta del Gruppo 2 è perfetta per te.
  • Se invece preferisci impostare direttamente il tuo apporto calorico a una quantità che provoca la perdita di grasso, e quindi ottenere le calorie necessarie da un buon equilibrio di proteine, grassi e carboidrati e quindi ottenere quei nutrienti da una varietà di alimenti che ti piace davvero mangiare, e poi metterlo insieme in qualunque modo si adatti alle tue preferenze personali ed è completamente libero da tutte le stupide regole e restrizioni che rendono la perdita di peso molto più difficile di quanto debba essere … le diete del Gruppo 1 la dieta sono perfette per te.

Non so voi, ma il mio voto va al gruppo 1.

Qual è il modo migliore per perdere peso … VELOCEMENTE?

Bene, ora abbiamo pienamente risposto alla prima delle nostre tre domande. Abbiamo capito il fatto richiesto, abbiamo individuato un metodo per implementarlo e abbiamo trovato un approccio per implementare quel metodo.

Il che ci porta alla domanda n. 2, che tende ad essere quella a cui tutti si preoccupano di più: come possiamo fare tutto il più veloce possibile?!?!

Bene, per come la vedo io, ci sono davvero solo tre “opzioni” da considerare:

1. Perdita di acqua
Quindi qual è il modo più veloce per perdere peso? Semplice. Perdendo qualcosa che NON È grasso corporeo.

L’esempio più comune è l’acqua. Per citare me stesso all’inizio di questo articolo …

Questo riguarda cose “raccappricianti” come  purificazioni con tisane, disintossicazione, detox, digiuni e altre stronzate inutilmente immessi sul mercato come cura miracolosa per le persone che non capiscono la differenza tra la perdita di grasso e la perdita di peso … Queste cose accadono perchè questi impostori sanno (e sperano) che le persone saranno facilmente ingannati dalla rapida diminuzione iniziale nel peso corporeo che si verifica, ma in realtà non si accorgono che non è stato perso grasso corporeo e che qualsiasi peso perso (che in realtà altro non è che acqua) viene riguadagnato subito dopo.

Sicuramente, se vuoi perdere tempo a fare sciocchezze (spesso malsane) che ti faranno perdere temporaneamente e velocemente peso, sappi che sei ancora grasso ed hai perso solo acqua (oltre al tempo). No, io sicuramente non lo consiglio … per niente …nemmeno un po’.

In pratica, perderai solo un po ‘di peso dovuta all’ acqua e lo riprenderai subito senza avere alcun effetto sul grasso corporeo che stai effettivamente cercando di perdere.

Tale approccio è equivalente a tagliarsi una gamba e ottenere un effetto simile ad una “perdita di peso veloce”. Anche se, in questo caso, i risultati non saranno temporanei. 😀

(Nota: per favore non tagliarti la gamba.)

2. Aspettative irrealistiche

Qui abbiamo ciò che può essere meglio descritto come l’insieme di tutte le aspettative folli e non realistiche che le persone hanno sulla perdita di peso. Tale fenomeno esiste principalmente come risultato di una grande bugia del settore della perdita di peso con lo scopo di farti comprare un mucchio di merda inutile.

Sai … pillole magiche, polveri, attrezzature, diete, allenamenti, programmi o qualsiasi altra cosa che ti consenta di “ottenere addominali definiti in sole 4 settimane!” Oppure “eliminare 15 Kg di grasso della pancia in solo 1 mese! “O” sciogliere 10Kg di grasso alla settimana! ”

E così via.

Sembra tutto bello. E tutto ciò è assecondato dal nostro desiderio di ottenere i risultati in maniera rapida nel minor tempo possibili. Questo “giochetto” fa un ottimo lavoro nel convincere milioni di persone a comprare un sacco di merda che non fa nulla, se non quella della perdita di €….

3. La dimensione del deficit

Pronti per il grande segreto per la perdita veloce di peso?

Anche se onestamente, questo “grande segreto” non è affatto un segreto. È solo buon senso. Ed è matematica.

Fondamentalmente, se un deficit calorico è l’unica causa della perdita di grasso, l’unico fattore determinante di ciò che lo rende più lento o più veloce è la dimensione di tale deficit.

Ciò significa che:

  • Un deficit maggiore (diciamo il 30% o più al di sotto del mantenimento) causerà una perdita di peso più rapida.
  • Un deficit più piccolo (diciamo il 10% o meno al di sotto del mantenimento) causerà una perdita di peso più lenta.
  • Un deficit moderato (diciamo il 20% al di sotto del mantenimento) causerà una perdita di peso a una velocità tra il primo ed il secondo punto.

Quindi se mantieni il tuo peso attuale mangiando 3000 calorie al giorno, se mangi meno di 3000 calorie hai creato un deficit. Come ho spiegato prima, puoi farlo mangiando di meno, bruciando di più o combinando entrambi. Allo scopo di fare degli esempi, facciamo finta che creiamo il deficit mangiando di meno.

Quindi, se 3000 calorie sono ad esempio le tue calorie di mantenimento, potresti consumare 2100 calorie al giorno, 2700 calorie al giorno o 2400 calorie al giorno

Quale sarebbe la differenza tra questi 3 scenari? Bene, in termini di velocità alla quale si verifica la perdita di peso, il deficit più grande causerà la perdita di peso più veloce. E viceversa.

Ora, se questo fosse l’unico fattore da prendere in considerazione, puntare al maggior deficit possibile (qualcosa di ancora più grande del 30% ad esempio) avrebbe senso, giusto?

Sfortunatamente, la velocità NON è l’unico fattore da considerare.

La salute (sia fisica che mentale), la carenze di nutrienti, il potenziale sviluppo di disordini alimentari, problemi di alimentazione e di immagine del corpo, forza, prestazioni, recupero, mantenimento muscolare, fame, umore, problemi metabolici, ecc. ecc.. Questi fattori insieme alla vostra capacità di attenersi costantemente alla vostra dieta sul breve e sul lungo periodo,sono tutti fattori che devono essere presi in considerazione.

E, in generale, mentre un deficit più grande causerà sempre la perdita di peso più veloce, è anche più probabile che sia la soluzione più problematica in termini di questi altri fattori. Un deficit minore è l’opposto… il meno problematico in questo senso ma ha anche il più lento tasso di perdita di peso.

Per questo motivo, un deficit moderato tende ad essere il giusto compromesso per la maggior parte delle persone, il più delle volte. Otterrai gran parte dei benefici evitando i contro.

Un altro fattore che dovrebbe essere preso in considerazione è la quantità di peso che deve essere perso. Per esempio, se devi perdere 50Kg potresti usare un deficit più grande avendo al contempo, un rischio molto più basso di potenziali svantaggi (e più grasso si deve perdere … più velocemente si può e si dovrebbe perdere); al contrario qualcuno che è leggermente in sovrappeso e sta cercando di essere VERAMENTE magro farà meglio con un deficit più piccolo (e quindi un ritmo più lento di progresso).

Quindi, realisticamente, quanto velocemente perderesti peso? In genere tra 800g e 1.5 Kg persi a settimana nella maggior parte dei casi.

… E come mantenerlo?

Ok, quindi ormai sai come perdere peso e conosci gli aspetti più rilevanti della parte “perdi peso velocemente”.

Il che ci porta alla terza e ultima domanda: qual è il modo migliore per mantenere il peso (definitivamente) dopo averlo perso?

Ho già risposto a questa domanda in questo articolo.

Quasi … un po ‘… in modo subliminale.

Sul serio.

Conosci la risposta a questa domanda adesso.

Pensaci.

Rileggi…

Che ne dici adesso?

Nel caso in cui non l’hai capito, lo scriverò..

Il modo migliore per mantenere il peso  dopo averlo perso è di perderlo in modo sostenibile a lungo termine, sviluppando abitudini alimentare che ti permetteranno di stabilizzare il tuo peso.

Questo significa…

  • Nessuna soluzione rapida.
  • Nessun trucco sciocco.
  • Nessuna stupida moda.
  • Niente cazzate
  • Nessuna aspettativa non realistica.
  • Nessuna regola inutile.
  • Nessuna fastidiosa restrizione.
  • Nessun metodo malsano.
  • Nessun deficit eccessivamente ampio.
  • Nessuna dieta troppo ipocalorica.
  • Nessuna quantità estrema di esercizio.
  • Non forzarti a mangiare in modo contrario alle tue esigenze e preferenze dietetiche personali.

Perché mentre tutto questa lista ha certamente il potenziale di causare la perdita di peso, la vita reale ci mostra che le persone hanno molte più probabilità di riguadagnare il peso perso quando si affidano a queste stronzate.

Perché? Perché QUESTO è un tipo di alimentazione che non è sostenibile a lungo termine.

Il che significa che nel migliore dei casi, provare quelle cazzate renderà la tua vita miserabile e allo stesso tempo renderà molto più difficile di quanto debba essere mantenere il peso dopo averlo perso. E nel peggiore dei casi (e più comunemente), fallirai e alla fine riprenderai il peso.

Questo è uno scenario perdente in entrambi i casi.

Quindi come lo eviti? Semplice. Eviti tutte le cose insostenibili a favore di cose che rendono i tuoi risultati i ​​più sostenibili possibili.

Perché ammettiamolo, perdere grasso fa schifo. Non è divertente. Molti di noi amerebbero semplicemente sedersi e mangiare qualunque cosa vogliano quando diavolo vogliano, senza guardare alle calorie, i macronutrienti o la qualità di quel cibo. A prova di ciò, osserva e scoprirai che la maggior parte delle persone intorno a te ogni giorno fa questo (e, naturalmente, questo è la causa del perché la maggior parte delle persone è più grassa di quello che dovrebbero essere).

Questo significa che per funzionare, il tuo obiettivo deve essere quello di avvicinarti alla perdita di peso in modo efficiente, conveniente, piacevole e sostenibile per te.

Questo non solo aumenterà notevolmente il potenziale del tuo progresso della perdita di peso permanente a lungo termine, ma aumenterà anche notevolmente il potenziale di perdere con successo quel peso!!

E quello è lo scenario vincente che vuoi.

Stay strong stay fit 😀

Sebastian

Ciao sono Sebastian, Ingegnere Biomedico specializzato in biomeccanica ,Personal Trainer e co-founder di Fat to Fit.
Non esistono i miracoli, ma ritengo che la volontà di una persona superi qualsiasi ostacolo. Io ce l'ho fatta, provaci anche tu!!

One thought on “Qual è il metodo migliore per perdere peso e come non riprenderlo | Guida completa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

17 − 16 =