Sudare serve a dimagrire?

Alcune credenze sono difficili da estirpare.

Sarà capitato a tutti di vedere persone in sovrappeso fare attività sportiva ben coperti, magari avvolti in una pellicola di plastica con lo scopo di… sudare di più!

E con la triste convinzione che questo avrebbe portato ad un dimagrimento repentino.

Dev’essere che la frase “devi sudartelo il dimagrimento” è stata fraintesa!

Sudorazione come meccanismo di termoregolazione

Facciamo chiarezza:

Sudare NON equivale a dimagrire.

Sudare permette di perdere liquidi per effetto del sistema di termoregolazione dell’organismo.

Sudando si evita il surriscaldamento dovuto all’aumento di temperatura durante un lavoro.

Pertanto non solo l’affermazione è errata ma è da folli, dar seguito a comportamenti che seguano questa logica.

Assistiamo a metodiche che prevedono l’aumento della sudorazione durante l’attività fisica, come:

  • l’uso di pancere in neoprene
  • l’applicazione di pellicola per alimenti
  • corse sotto il sole abbigliati in modo eccessivo

Tutto questo, equivale soltanto a perdere maggiori liquidi senza fornire al corpo la possibilità di raffreddarsi adeguatamente e quindi mantenere l’equilibrio termico; cosa peraltro pericolosa poichè non permette al corpo di raffreddarsi.

Il dimagrimento è la conseguenza dell’impiego energetico dei grassi di accumulo, favorito ovviamente dall’attività fisica.

La sudorazione serve a raffreddare il corpo per evitare un colpo di calore. Ostacolare il raffreddamento del corpo espone a seri rischi e riduce inevitabilmente il tempo e l’intensità dell’impegno fisico, di conseguenza dell’energia richiesta e quindi, più che favorire il dimagrimento, può solo contrastarlo.

Sudare non equivale a dimagrire

Sudare

Tuttavia questo ipotetico legame “sudorazione-dimagrimento” ha fatto la fortuna economica di aziende operanti a cavallo tra gli anni ’80 e fine anni ’90 e intente a diffondere in malafede questo messaggio con l’obiettivo di vendere corsetti sintetici che, stimolando la sudorazione, avrebbero prodotto il dimagrimento localizzato senza sacrifici.

Purtroppo tale connubio appare a tal punto radicato che la pratica di abbigliarsi pesantemente o con materiale sintetico si ripresenta in misura decisamente marcata.

Questo pericoloso “fai da te” consistente nella pratica di attività sportive con l’addome avvolto in pellicola per alimenti o con altri metodi volti a limitare la traspirazione ostacola gravemente una delle principali funzioni di termoregolazione del corpo, con possibili gravi conseguenze.

La sudorazione infatti può efficacemente opporsi all’aumento di temperatura corporea solo se è consentita la sua evaporazione.
Imprigionare il corpo con pellicole in nylon, impermeabili, k-way e quant’altro, non consente l’efficace controllo della temperatura e la copiosa sudorazione espone ad una perdita di liquidi che, già in misura pari al 5% del peso corporeo, può portare a nausea, crampi, astenia sino a sfociare in crisi cardiache.

Diffidate di quanti vi dicono il contrario e vogliono vendervi tale metodica.

Non siate ignoranti ma scegliete consapevolmente!!

 

Gregorio

Gregorio

Ciao, sono Gregorio Piccini, istruttore di functional training, personal trainer e co-founder del progetto Fat to Fit.
Da sempre appassionato di tutto ciò che riguarda il fitness e la forma fisica ho fatto della mia passione il mio lavoro.
Esperto in dimagrimento vi guiderò verso il vostro obiettivo!!
Gregorio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

otto + 1 =